2014 –

È un evaso della prigione della nostra immaginazione - Marsèlleria, Milano

Atelier dell’Errore per Marsélleria Permanent Exhibition. Installazione nello show room di Marsélleria, Milano. Febbraio 2014.

evaso01_7029.jpg
evaso02_3685.jpg
evaso03_3568.jpg
evaso04_3559.jpg
evaso05_7089_copia.jpg
evaso06_3653.jpg
evaso07_3760.jpg

Antonietta​+​Mina​+​Matilde​+​Stefano​+​Samuele​+​Laura​+​Giulia​+​Daniele​+​Francesca​+​Jacopo​+​Pietro​+​Luca​+​Stefano​+​Giulia​+​Paola​+​Andrea​+​Marino​+​Federico​+​Eric​+​Marco​+​Sante​+​Olu​+​Raffaele​+​Mattia​+​Stefano​+​Samuele

Queste bestie non si sa di dove vengano, né dove andranno a riparare una volta apparse. Costituiscono parte importante dell’esteso corpus dell’Atlante degli Animali Mancanti compendio di Oltre-Zoologia unico al mondo, compilato con accanimento quasi maniacale dai Piccoli Professori della Libera Università dell'Atelier dell’Errore, laboratorio di Arti Visive dedicato da Luca Santiago Mora alla Neuropsichiatria Infantile.
Si tratta di un archivio di esseri mai nati, o da sempre sopra-vissuti, al quale può attingere, per vie celesti, solo chi è in qualche modo preda di un'attrazione celeste. Noi, gravati da attrazione terrestre, non possiamo che restare ad ammirarle.

Da dodici anni all'Atelier dell'Errore, al servizio della Neuropsichiatria Infantile dell’AUSL di Reggio Emilia e di Bergamo, si disegnano solo animali.
Queste bestie non si danno a mani addestrate di tipo adulto o di bambino ben scolarizzato, nascono da demiurghi-pastori-allevatori speciali, affiorano lentamente in lunghi pomeriggi da mondi sommersi, universi sepolti sotto stratificazioni di sconfitte.
I ragazzini che arrivano in atelier sono tutti certificati e seguiti dalla Neuropsichiatria Infantile e hanno tra i 7 e i 16 anni.
Dalle cartelle cliniche emergono difficoltà in ordine sparso: ritardi più o meno gravi, difficoltà di apprendimento, concentrazione, sindromi le più varie ed articolate, iperattivi, down e anche qualche autistico.

Atelier dell’Errore ha all’attivo un’attività espositiva di rilievo, si è provato con luoghi e spazi dei più difformi, animandoli di anime di animali che spesso portano su di sé molte delle problematicità dei loro autori.
Anche le fonti di ispirazione sono le più svariate, dagli antichi Fisiologi alla Legenda Aurea, fino alla contemporaneità.
In questo quadro si colloca la recente ricerca finalizzata a dare corpo e forma ad alcuni dei più stralunati animali del recente libro di Ermanno Cavazzoni Guida agli animali fantastici (Guanda, 2011), fra cui ricordiamo: Il Catoblepa, il Pirotoco, il Pirauste, il Verme dell'Indo e la Remora.
Queste stesse rare e curiose categorie zoologiche sono a loro volta ulteriormente trasformate dalla sapienza immaginifica dei Piccoli Professori dell’Atelier ed ecco quindi affiorare sorprendenti: il Catoblepa Occhi Lucidi, la Remora Baianfantiticole, il Pirotoco che Guarda le Femmine, il Catoblepa con le Mille Lacrime, il Pirotoco del Ferro o il Pirus Infiamatico.
Questa curiosa compagnia si accasermerà il 4 di Febbraio presso la Marsèlleria, in occasione della prima mostra milanese di Atelier dell'Errore. Rarissima epifania, magnetica per gli occhi e contagiosa per il cuore.
Che poi, queste bestie che non si sa di dove vengano né dove andranno a riparare, sono solo: evasi della prigione della nostra immaginazione, come chiosa uno dei Piccoli Professori della Libera Università dell’Atelier dell’Errore.

www.marselleria.org